Comunicati

La presente newsletter è rivolta solo ai geometri che non hanno ancora pagato la quota associativa 2020.

Gli iscritti che hanno già pagato non devono tenerla in considerazione.

Si comunica che a partire dal 01/09/2020 alla quota associativa riferita all'anno in corso dovrà essere applicata una maggiorazione del 20%.

Pertanto, la somma da corrispondere sarà pari ad € 264,00 da effettuare tramite bonifico bancario al seguente codice IBAN IT08Q0526216000CC0651052328 intestato a: Collegio Geometri Lecce.

Si precisa che non è più possibile utilizzare il MAv ricevuto via posta.

Cordiali saluti.

Il Presidente

Geom. Luigi Ratano

comunicato stampa

Mercoledì 5 agosto, ore 20

Comune di Presicce-Acquarica, castello medievale - (loc. Acquarica) 

Il Collegio Geometri e la Società di Storia Patria di Lecce

presentano il volume

 

 “Venivano all'estremo mare. Luoghi e borghi del Capo di Leuca

 di Piero Pascali (disegnatore) e Daniele Capone

 

Luigi Ratano: “Terzo di otto volumi pensati per raccontare attraverso il disegno i nostri tesori paesaggistici e bellezze architettoniche. Un lavoro unico nel suo genere: una volta completato sarà stato reso un grande servizio al nostro territorio”

Oltre 170 disegni in punta di matita, accompagnati da accurate descrizioni e arricchiti da una serie di approfondimenti storici, raccontano con uno sguardo nuovo tesori paesaggistici e bellezze architettoniche dei Comuni dell’estremo sud della penisola salentina nelle pagine del nuovo libro di Piero Pascali (disegnatore) e Daniele Capone: “Venivano all’estremo mare. Luoghi e borghi del Capo di Leuca”, pubblicato da Giorgiani con il sostegno del Collegio Geometri di Lecce.

Si tratta del terzo di otto volumi - ciascuno dedicato a una specifica zona della provincia di Lecce - che compongono il progetto editoriale “Salento ad inchiostro di china” e fanno parte della collana “Cultura e Storia” della Società di Storia Patria di Lecce diretta da Mario Spedicato.

Dopo il successo di “Come bianchi di farina. Luoghi e borghi della Terra di Castro” (2018) e “Là dove Idrusa sorrise. Otranto e il suo entroterra” (2019), ecco dunque che la terza tappa di questo inedito viaggio proposto da Pascali e Capone conduce il lettore in un’altra area vasta e complessa, quella del Capo di Leuca, ricchissima di storia, testimonianze artistiche e tesori naturalistici, invitandolo a percorrere un cammino intrigante tra i borghi di Supersano, Ruffano, Taurisano, Ugento, Acquarica del Capo, Presicce, Salve, Morciano di Leuca, Patù, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo, Alessano, Corsano, Tiggiano, Tricase, Specchia, Miggiano e Montesano Salentino. 

Mercoledì 5 agosto alle 20, nel castello medievale di Presicce-Acquarica (località Acquarica), si terrà la presentazione del volume, organizzata dal Collegio Geometri di Lecce, Università del Salento, Società di Storia Patria – sezione di Lecce e Pro Loco di Acquarica del Capo. Dopo i saluti di Luigi Ratano, presidente del Collegio Geometri di Lecce, Ennio Rizzo, presidente emerito dello stesso Collegio e Veronica Verardo, presidente della Pro loco di Acquarica del Capo, interverranno Daniele Capone, responsabile del progetto editoriale “Il Salento ad inchiostro di china” ed Hervè Cavallera, docente dell’Università del Salento, insieme a Piero Pascali e ad alcuni degli autori dei saggi di approfondimento contenuti nel libro, Paolo Vincenti, Francesca Ruppi, Roberta Durante, Gigi Montonato e Carlo Stasi (inventore, quest’ultimo, della leggenda di Leucasia). Introduce e coordina l’incontro Mario Spedicato, docente UniSalento e presidente della Società di Storia Patria di Lecce. 

 «È un viaggio emozionante – sottolinea il presidente dei geometri salentini Luigi Ratano - quello che ci regalano i “bozzetti” di Piero Pascali con il commento di Daniele Capone, un progetto editoriale che il Collegio Geometri ha fatto proprio con entusiasmo, arricchito dai preziosi saggi di numerosi studiosi. Siamo certi che quando la collana sarà completata con la pubblicazione di tutti gli otto volumi previsti, sarà stato reso un grande servizio alla nostra terra».

«Siamo certi che nei molti lettori (e, speriamo, nei molti giovani) che sfoglieranno questo volume possa sempre più radicarsi il desiderio di salvaguardare le bellezze architettoniche e ambientali che il Salento custodisce», rimarca nella premessa del libro Eugenio Rizzo, presidente emerito e coordinatore del comitato tecnico-scientifico del Collegio Geometri.

«Venivano al nostro fresco mare, a Leuca/fedeli avventure, ecco sui dorsi dell’onda/c’erano secoli alla deriva…», recita Vittorio Fiore nella sua bellissima lirica “Salento estremo”. «Il titolo del nostro volume - spiega nell’introduzione del libro Daniele Capone – è la contaminazione dell’incipit di questa lirica. Venivano. E vengono sempre più numerosi, turisti da ogni parte d’Italia e d’Europa, a bagnarsi nelle acque dell’estremo mare e a visitare luoghi dove il tempo sembra essersi fermato e la civiltà contadina, pur nell’invasione di Suv e lo spuntare di ville, pare non essere mai completamente finita. E venivano, in epoche più lontane, pellegrini bianchi di polvere che terminavano il loro viaggio, lungo, faticoso, e a volte rischioso, nel Santuario di Finibus Terrae (…). Ho imparato più tardi – prosegue – che un viaggio a Leuca, un viaggio nelle terre del Capo è un affascinante viaggio nella storia, capace di riservare sorprese anche al più smaliziato dei turisti, al più disincantato dei viaggiatori».

Il Presidente Luigi Ratano ed i Consiglieri unitamente a tutti gli iscritti partecipano al dolore della famiglia per l’immensa e triste perdita del geometra Franco Gallo.

Un amico e collega che ricordiamo con stima, affetto e commozione, un uomo di grande valore culturale che ha collaborato per tantissimi anni come redattore capo del nostro periodico bimestrale “Geometri del Salento” con grande passione e competenza.

I geometri iscritti da più tempo lo possono ricordare nell’ “L’Angolo” di Franco Gallo.

Professionista molto apprezzato di cui rammentiamo umiltà, gentilezza e dedizione alla categoria, che salutiamo con molto dispiacere e con un immenso abbraccio.

…ciao Franco da tutti noi geometri 

comunicato stampa

Venerdì 17 luglio, ore 19

Palazzo Romano - Patù

 

Collegio Geometri di Lecce e Comune di Patù

presentano il volume

 

 “Noi speravamo”

La costruzione dello Stato unitario tra forme di ribellismo e crisi delle certezze. 

Il caso Salento (1861-1870)

di Salvatore Coppola

 

Venerdì 17 luglio, alle ore 19, nel Palazzo Romano di Patù, sarà presentato il nuovo libro di Salvatore Coppola “Noi speravamo. La costruzione dello Stato unitario tra forme di ribellismo e crisi delle certezze. Il caso Salento (1861-1870)”, realizzato con il sostegno del Collegio Geometri di Lecce e il patrocinio del Comune di Patù e della Società di Storia Patria per la Puglia – Sezione del Basso Salento “Nicola G. De Donno”. Nel volume, pubblicato da Giorgiani Editore, si affronta il tema dell’Unità d’Italia nel Salento, declinato attraverso il percorso biografico-politico di noti ed eminenti uomini del Risorgimento salentino, come Sigismondo Castromediano, Liborio e Giuseppe Romano, Giuseppe Libertini, Giuseppe Pisanelli, Bonaventura Mazzarella, Oronzio De Donno ed altri. 

L’incontro si aprirà con i saluti del sindaco del Comune di Patù Gabriele Abaterusso e del presidente del Collegio Geometri di Lecce, Luigi Ratano. A dialogare con l’autore sarà Mario Carparelli, responsabile del Presidio del Libro del Capo di Leuca-Salentosophia. Conclude Mario Spedicato, docente Unisalento. 

 

Si comunica che è ancora possibile pagare la quota associativa dell'anno 2020, senza ulteriori maggiorazioni, se il versamento sarà effettuato entro il 30/06/2020.

Pertanto, gli iscritti, che non hanno ancora effettuato il pagamento della quota associativa per l'anno 2020, potranno versare la somma di € 220,00 entro il 30/06/2020, senza maggiorazioni, utilizzando il Mav elettronico bancario oppure il bonifico bancario al seguente codice IBAN IT08Q0526216000CC0651052328 intestato a: Collegio Geometri Lecce.

Dal 01/07/2020 al 31/08/2020 alla quota sarà applicata una maggiorazione del 10%.

Dal 01/09/2020 al 31/12/2020 alla quota sarà applicata una maggiorazione del 20%.

Cordiali saluti.

Il Presidente

Geom. Luigi Ratano

comunicato stampa

IMPORTANTE SENTENZA DEL TAR LECCE

 Cade il tabù dell’inedificabilità nei 300 metri dal mare

Luigi Ratano, presidente del Collegio Geometri di Lecce: "Svolta per l'intero settore. Abbiamo bisogno di completare il tessuto urbano dei comuni costieri e delle marine, consentendo a chi ha voglia di investire di costruire nelle porzioni di territorio edificabile non ancora utilizzate"

Dall’entrata in vigore del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR), avvenuta nel 2015, sia la Regione Puglia che la Soprintendenza hanno sostenuto che nessuna nuova costruzione potesse essere realizzata nella fascia dei 300 metri dal mare. Ed infatti, sulla base di tale interpretazione, in questi anni, è stato costantemente opposto ai numerosi proprietari di lotti ancora inedificati e ricadenti in prossimità della costa che nulla avrebbero mai potuto costruire su tali aree.

Ciò ha innescato una serie di azioni giudiziarie ed una generale mobilitazione dei professionisti del settore tecnico e dei rispettivi Ordini di appartenenza, oltre che di numerosi comuni costieri.

A dirimere la questione è finalmente giunto il TAR Lecce che, con la Sentenza n. 638 del 16.06.2020, ha riconosciuto la piena possibilità di edificare nei “territori costieri”, ossia nella fascia dei 300 metri dal mare, in tutte le zone tipizzate dagli strumenti urbanistici comunali costieri come A e B (alla data del 1985).

 

Mercoledì, 27 Maggio 2020 00:00

Incontro su Decreto Legge "Rilancio" 27/05/2020 In evidenza

Carissimi iscritti, per vostra conoscenza, oggi in Collegio si è avuto un incontro confronto con la politica, con gli ordini professionali, ANCE e Confartigianato per prospettare le varie criticità del bonus 110 per cento. Abbiamo fatto le proposte da presentare al Ministro per le dovute modifiche che riteniamo necessarie, se vogliamo che quanto previsto nel decreto, abbia il giusto risultato. È stato molto interessante e apprezzato. Inoltre, con gli ordini professionali abbiamo deciso di inviare una nota a S.E. il prefetto affinché si faccia carico delle difficoltà che tutti stiamo riscontrando per la "chiusura" degli uffici.

Un caro abbraccio a tutti.

Il Presidente

Geom. Luigi Ratano